ENASARCO: novità 2017

A far data  dal 1/1/2017, sono previste variazioni alle aliquote dei contributi Enasarco, già deliberate dall’ultimo Regolamento delle attività istituzionali approvato dalla Fondazione. In particolare:

–       i contributi di previdenza – per agenti individuali e agenti che esercitano il mandato in forma di società di persone (snc, sas) salgono complessivamente al 15,55%, a carico del preponente e dell’agente in misura paritetica (7,775%);

–       i contributi di assistenza – per agenti che esercitano il mandato in forma di società di capitali (srl) rimangono invariati al 4%, di cui 3% a carico del preponente e 1% a carico dell’agente.

I valori dei massimali provvigionali e dei minimali contributivi – rivalutati in base all’indice ISTAT dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati – non sono ancora disponibili. Restiamo in attesa dell’aggiornamento ISTAT.

Ricordiamo che il criterio dell’applicazione dell’aliquota è quello della competenza (quindi una fattura relativa a provvigioni del 2016, dovrà recare ancora l’aliquota relativa al 2016, anche se emessa nel 2017).

Infine, segnaliamo la soppressione del codice tributo 1038, attualmente utilizzato per le ritenute su provvigioni per rapporti di commissione, agenzia e rappresentanza, disciplinate dall’articolo 25-bis del D.P.R. 29 settembre, n.600.
Dall’ 01/01/2017 il codice da utilizzare in F24 non sarà più il 1038 ma il codice tributo 1040, già riferito alle ritenute su redditi di lavoro autonomo e compensi per l’esercizio di arti e professioni, previste all’articolo 25 del medesimo decreto.
Dall’ 01/01/2017 sarà soppresso il codice tributo 1038, conseguentemente il nuovo codice 1040 si ritiene debba essere utilizzato anche in relazione a versamenti di ritenute eventualmente riferiti a periodi di competenza pregressi.

Le scadenze di gennaio 2017

Entro primi gennaio: I lavoratori, i preposti ed i dirigenti di aziende che hanno svolto la formazione in data antecedente al Gennaio 2012, devono frequentare un corso di aggiornamento di 6 ore entro e non oltre l’11 Gennaio 2017 (punto 11 dell’accordo Stato Regioni del 21/12/2011), al fine di non incorrere in sanzioni. Anche i Datori di Lavoro che ricoprono l’incarico di RSPP e che hanno svolto la formazione prima del 26 Gennaio 2012 sono richiamati a svolgere un aggiornamento entro l’11 Gennaio 2017
INAIL: SCONTO NEL 2017 PER AZIENDE VIRTUOSE
vi ricordiamo che le aziende operative da almeno un biennio che hanno effettuato ulteriori interventi – oltre a quelli obbligatori – per il miglioramento delle condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs. 81/2008) nel corso dell’anno 2016 possono richiedere all’ Inail entro il 28/02/2017 la riduzione del tasso medio di tariffa.
Gennaio: scadenze e notizie da sapere
10 gennaio: Versamento dei contributi trimestrali, dovuti all’Inps per i collaboratori domestici, relativamente al 4° trimestre 2016.
16 gennaio:
versamento F24 INPS e IRPEF